La SEO e il posizionamento sui motori di ricerca sono attività fondamentali per la visibilità e per ottenere nuovi clienti.

Si parla di Seo per indicare l’ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca: l’incremento della visibilità nella Rete rappresenta il presupposto per raggiungere nuovi potenziali clienti, ma sono molti gli aspetti collegati.

La Seo si basa su una serie di tecniche e di strategie – alcune conosciute da diverso tempo, altre di più recente introduzione – che permettono di far salire un sito nei risultati di ricerca (SERP).
La gestione dei meta tag è una di queste. Per il posizionamento organico, infatti, description e tag title sono importanti, ma anche la qualità dei contenuti è indispensabile: non solo per fare sì che gli utenti leggano solo informazioni utili ma anche per poter essere indicizzati meglio da Google.

Dal punto di vista della Seo, un contenuto lungo può avere più successo rispetto a un contenuto breve; un contenuto con immagini, gif e video può avere più successo rispetto a un contenuto senza; un contenuto ricco di parole chiave può essere più efficace rispetto a un contenuto che ne ha poche.
Non si deve pensare, però, che la seo e l’ottimizzazione per i motori di ricerca sia una questione solo quantitativa: ogni aspetto deve essere curato nel dettaglio.

Tra i punti che meritano di essere presi in considerazione da un esperto Seo c’è ad esempio l’alberatura del sito.
Si tratta di studiare e di progettare la posizione dei menù nella maniera più intelligente possibile, tenendo conto anche del numero di link. Ciò serve non solo per la capacità di indicizzazione dei crawler di Google – a maggior ragione per i siti che presentano un numero elevato di pagine.

A proposito della struttura di un sito, non ci si può dimenticare del concetto di sitemap: quest’ultima serve a chi naviga ma soprattutto ai motori di ricerca, che grazie a questo accorgimento possono rendere più profondo, più veloce e più efficiente il passaggio del crawler. La sitemap non è in alcun modo obbligatoria né vincolante: è una sorta di suggerimento utile, ma non indispensabile.

Come si può notare, nell’ambito di una strategia Seo ci sono tanti aspetti da valutare: un’altra tecnica molto importante, per esempio, riguarda i backlink in entrata e il link building in generale, vale a dire la costruzione di una rete di collegamenti che contribuiscono a migliorare l’autorevolezza del sito.

Nel contesto della Seo possono essere studiate delle tecniche che potrebbero essere definite avanzate: è il caso della diversificazione degli anchor text 
Di cosa si tratta? Molto semplicemente, di variare le parole ancora in ingresso verso il sito, in modo tale che il profilo di backlink possa apparire ancora più naturale. Come si può immaginare, se un sito presenta decine di backlink con la stessa parola o con la stessa frase la penalizzazione, in un caso del genere, è dietro l’angolo.

Un altro degli accorgimenti su cui si può fare affidamento chiama in causa la velocità di caricamento delle pagine, un fattore che ha acquisito un’importanza ancora maggiore con l’esplosione della navigazione in mobilità.
Ebbene, occorre intervenire sotto questo profilo: i Seo meno esperti usano plugin superflui o poco utili che hanno l’effetto di rendere i siti pesanti. Un errore da non commettere, anche perché gli strumenti per riuscirci sono diversi: la gestione della cache, per esempio, ma anche la compressione delle immagini.

Infine, l’ultimo ma certo non meno importante aspetto su cui ci si deve concentrare per la Seo è la presenza sui social network: il posizionamento sui motori di ricerca può essere influenzato anche dalle metriche sociali.
Si tratta di impiegare i social media e di trasformarli in un’arma a proprio vantaggio.
Al momento Facebook, Twitter ed altri non rappresentano ancora un fattore di ranking vero e proprio, sembra però essere solo una questione di tempo: A breve i social svolgeranno un ruolo decisivo in questo senso: quindi è meglio non farsi trovare impreparati.

CONTATTAMI per una consulenza digitale